Stampa

Chieri (TO) 09.07.2010 by Audrey

Ecco qua l'unico posto un cui non mi pesa essere quello che vorrei essere e che non sono, cioè più diva anziché divana, più raffinata anziché sguaiata, più ceramica anziché terracotta.
L'unico posto in cui le mie braccia alzate anche a 40°C non si preoccupano e si levano, perché anche io sono una di quella gente strana che alza nel cielo le sue mani.
L'unico posto in cui non devo obbedire, non devo mal sopportare e dove a volte sottostare non peggiora la sfida alla mia pazienza.
L'unico posto in cui mi piace rispettare anche ciò che di solito mi infastidisce: il caldo, gli abbonati delle prime file, i bambini spinti davanti dai grandi, i finti ritardatari, le patacche sul petto.
L' unico posto dove fare un conto dei concerti visti e degli anni a braccetto con questi non mi rattrista tanto per il numero alto, quanto per la paura che prima o poi qualcosa possa cambiare o finire.
Insomma è l'unico posto in cui posso essere me stessa.
Perché mi accende un desiderio inconfessato e mi stupisco di pensare come lui.
Perché quando tengo un sogno molto stretto e lo rigiro tra le dita poi mi accendo.
E purtroppo si vede.
Un ventaglio infatti non risolve nessuna situazione.
Ma è anche l'unico posto in cui mi trovo, innaturalmente o naturalmente non lo so, a dover soffrire per forza.
Dico per forza perché questo lo credevo territorio consacrato e dedicato ma non è così; ma vi trovo senza troppo stupore, abbracci e parole d'affetto.
Questo è sempre stato ed è per me Enrico Ruggeri.
Grazie di nuovo Enrico.
Eravamo tanti venerdì, a Chieri: a Torino e dintorni c'è sempre la nostra solita rimpatriata, dal tuo entusiasmo sono sicura ti abbia fatto piacere.
"come fossero bigné" infatti ti è venuta particolarmente..."bene"!
Gli occhi del musicista e Il cielo non hanno più trovato posto, la teatrale e introspettiva OldGirlfriend non ha neanche era ovvio, ma ho goduto de L'ordine naturale, di Io conosco il R&R, di Non finirà, di Ulisse meravigliosa estratta dal grande Nico che ho rivisto con tanto piacere.
Un' "entusiastissima" 13enne ha estratto la splendida Perduto amore.
Ho atteso con ansia da Alessandria di riascoltare La ruota che adoro con Notte delle fate annessa e coro a
"All Toghether now!" con tutte le ragazze presenti: mi piace tantissimo, mi mette tanta allegria.
Come Polvere, sempre fantastica!
Certo ascoltare Rockshow stando seduti è un delitto dei più efferati che solo noi possiamo capire; io sono rimasta in piedi dopo il secondo STOOOOP!! ma soffrivo ugualmente per tutti voi li seduti.
Sei stato IMMENSO Rouge ad andare contro il volere di autorità (alcune presunte) e pubblici ufficiali.
Grazie per averci fatti avanzare su quelle prime file di sedie vuote, grazie a te per averci ringraziati della pazienza.
Un gesto non da rockstar (o non solo, così non delegittimo alcuna parte di te) ma di persona dalla somma sensibilità.
Buona estate a te, alla band, a tutti voi.
Spero di rivedervi presto da qualche parte.
Anche di rivedere il Sior Silvio che è un po' che latita. Mi mancano i suoi "personalissimi" saluti.

Adriana (nick forum Audrey)

thumbnail gruppetto thumbnail io e Ciops thumbnail io e Fabrizio thumbnail io e Laura thumbnail Salvo io e Margherita
thumbnail chieri05 thumbnail chieri06 thumbnail chieri07 thumbnail chieri08



ArtCreativeFace Like Button Module