Stampa
PDF

MILANO Teatro Manzoni 9.10.2010 by Sony

Tre ore e mezza senza aver niente da fare, se non guardare il panorama fuori dal finestrino, sono abbastanza per poter pensare. Pensare ad un giorno che è stata tanto atteso, desiderato.. che è arrivato troppo veloce e che troppo veloce è andato via.

Poi una volta varcato quel portone.. un po' rifugio, un po' prigione.. sono stata assalita dall'aria casalinga e i pensieri costantemente presenti si sono mescolati a domande, sorrisi, curiosità.

Sono passati quasi tre giorni ma ancora faccio fatica a scrivere di una grande serata, piena di momenti da raccontare, da ricordare, da rivivere il più presto possibile.

Continuo però a ripetermi, nonostante la nostalgia che dopo la chiusura di quel sipario si è fatta subito presente, che l'ho vissuta.. che io c'ero.. che ero lì con Voi e me lo ricorda anche quella specie di stretta allo stomaco che sento ogni volta che ritorno con la mente a sabato sera.

Era Giugno quando la famosa sorpresa si è materializzata. Quattro mesi dovevamo aspettare. Quattro lunghissimi mesi, sembravano. Poi alla fine così lunghi non lo sono stati. E un giorno che succede? Mi ritrovo lì, seduta su quella poltrona, con un'Amica che grazie a chissà quale destino ho ritrovato sulla mia strada e in mezzo a tanti altri Amici che ho finalmente avuto modo di riabbracciare.. ma anche di conoscere.

"C'è un palcoscenico per noi, che siamo pubblico ed attori.."

Eccoli lì, ancora una volta, ognuno con la voglia di regalarci di nuovo un Signor Spettacolo.

Eccoli lì che attraverso milioni di istanti lo Spettacolo ce lo regalano davvero; sono quelli i momenti in cui vivo un'altra realtà.

Fatico quasi a chiamarlo “concerto” perché per me è davvero qualcosa di più, qualcosa che non so spiegare.

Come non so spiegarmi il perché più passo serate del genere e sempre meno riesco a parlarne. Forse ho paura di essere banale, di dire sempre le stesse cose oppure perché so che quello che ho provato io l'avete provato anche Voi e quindi è inutile che stia qui a spiegarvelo.

A volte ci penso.. penso al perché di tutto questo.. al fatto che girerei il -mondo intero- solo per assaporare ogni volta quell'immenso rock show.

Ma non c'è un perché.

Non c'è mai stato un perché.

So solo che amo la sua musica. Amo le sue parole. Amo tutto ciò che adesso c'è intorno a me grazie a Lui.

Di ogni concerto conservo tanti ricordi speciali.

Ed è bello tenerseli stretti, è bello sfogliarli.

E' bello perché mi fanno stare bene, quando invece bene non sto affatto.

E' bello perché so che certi momenti poi li rivivrò, anche se non so né dove né quando.

E' bello perché quando avevo 13,14,15 anni sognavo di averli certi ricordi, ora li ho veramente.

E sono tutti qui, dentro di me.

Grazie. Grazie per l'ennesima volta. Grazie per le strette di mano, i baci e gli abbracci. Grazie per le chiacchiere e le risate. Grazie per tutto quello che SIAMO sotto a quel palco . GRAZIE Enrico, Fabrizio, Luigi, Paolo, Marco, Francesco. Grazie per quello che è stato.

Grazie per quello che sarà...

Sì, perché tra NOI non finirà così!

Sonia (nick forum Sony)



Il Nuovo Disco!

compra il disco su i-Tunes

compra il disco su Google Play

compra il disco su Amazon

compra il disco su TIMmusic

acolta su Spotify

scolta su Deezer

Twitter

Seguici su FB