Stampa
PDF

Pavia 24.09.2011 by Roby, Pigiu, e Vale

IL MIO CONCERTO - Pavia 24.09.2011 by Roby, Pigiu, e Vale

50…..e non sono gli anni di lui, 12… e non sono gli anni di lei= 62  sono i concerti del Rouge che hanno visto finora …e non mettiamoli insieme perché  lui li ha visti con gli occhi suoi,  lei  con il suo cuore.
Concerto vicino Pavia, senza sapere fino all’ultimo se si poteva  andare o no…alla fine si guardano e si chiedono: “Andiamo?”” Proviamo!” 
E ancora si chiedono “Chissà se riconoscerà le note che ha sentito alla data zero, le vibrazioni della musica, le parole che sente tutti i giorni dal cd in macchina...chissà…”
Partono (tardi) Arrivano (concerto iniziato) …in altri tempi si sarebbero gustati il preconcerto, gli amici, le chiacchiere, i panini col salame d’oca, le foto insieme, ma ahimè adesso sono quelli  che la sedia la portano da casa e il panino col salame è un vago profumo d’altri tempi.
Si mettono di lato, lui canta col vocione tutte le canzoni del Rouge nelle orecchie della signora davanti, lei scruta tra la folla per cercare gli amici…certo che non è che non si riconoscano….si levano mani, cori, e luccicano spille.
Il palco sembra incastrato in un angolo, non troppo lontano dalle prime file…loro lo sanno, sanno che prima o poi si alzeranno tutti, sarà un fiume a percorso obbligato che sfocerà sul palco…chissà se riusciranno a trattenerli… o se lasceranno compiere l’ordine naturale delle cose… del resto il concerto del Rouge dev’essere interattivo, non è mai stato diversamente.
Neanche finito  il pensiero che dalle sedie si stacca un’ondata di braccia alzate e in un attimo li, tutti davanti al Rouge, chi fa le foto davanti…e chi dietro, giusto giusto sull’etichetta dei jeans neri ;-)
Si gustano tutte le note, si godono lo spettacolo che c’è con gli occhi di un bambino… e quando svelato l’ultimo mistero si abbassano le luci anche loro si ricongiungono con gli amici.
La serata è stata fantastica, sugli occhi di ognuno si riflettevano emozioni legate a  esperienze e sogni personalissimi… e  i versi  cantati assumevano per ognuno un significato diverso.
La canzone preferita di papi La donna Vera, quella di mami Ti Avrò…la mia Volti Perduti..ma forse questo l’avevo già detto ;-) perché non credete,…. io ancora non so scrivere ;-)
Ah dimenticavo, anch’io ora ho la mia spilletta, me l’ha data Gano… mami ha detto che il giallo sta bene sull’azzurro!

Roby, Pigiu, e Vale (nick forum Roby)



Il Nuovo Disco!

compra il disco su i-Tunes

compra il disco su Google Play

compra il disco su Amazon

compra il disco su TIMmusic

acolta su Spotify

scolta su Deezer

Twitter

Seguici su FB