Stampa

Segrate 10.09.2011 by Salvo

 

IL MIO CONCERTO - Segrate 10.09.2011 by Salvo

Rock in quel di Segrate

C'è chi si fa le pere, chi si butta nell'alcool, chi fatica ad alzarsi, chi è sempre alla ricerca di alternative (anche se per le alternative non è portato), chi ignora, chi ingoia ma non digerisce e chi grida senza farsi sentire... e poi c'è chi si affida ancora una volta alla Musica, efficace anestetico in grado di alleggerire  temporaneamente tutte le piaghe della vita.

E' così ti trovi nel “caldo anomalo” di Settembre con la pelle d'oca quando partono le note di pianoforte di Nessuno Tocchi Caino e il Rouge a seguito che canta, oppure a provare quelle sensazioni di “benessere” sotto le note dell'assolo di Paolo su La Canzone della Verità o di Luigi su Ti avrò, per non parlare delle "botte" di basso trascinanti di Fabrizio in Il mare d'inverno o della “scarica di colpi” sui tamburi del Nano nel finale di Polvere.

E poi ci sono quei momenti che ti danno la possibilità di “urlare” tutta la rabbia che hai dentro che in genere si manifestano quando parte caffè...grazie ma non ne voglio questa sera... e vanno avanti fino a Vivo da Reee, non ho bisogno piuuuu' ecc..ecc..  che anticipata da La Donna Vera rende il tour Che giorno sarà uno dei più rock degli ultimi tempi.

Non sono un guru della scrittura, ma spero che con queste poche righe abbia espresso al massimo cosa significa per me salire in macchina e andare a un concerto di Enrico.

E' una fortuna che nel mondo esista la Musica e artisti in grado di entrare nella tua vita e influenzarla abbastanza con le loro parole, i loro gesti e le loro fantasie.

Ancora una volta grazie al Rouge e a presto :-)

Salvo (nick forum vairouge84)

 



ArtCreativeFace Like Button Module