Stampa
PDF

San Calogero (Vv) e S.Agata di Militello (ME) - Agosto 2012 by Salvo

 

Considerazioni sui concerti di San Calogero (Vv), 5 agosto e S.Agata di Militello (Me), 15 agosto.

Mille novità, molte delle quali inaspettate, caratterizzano il tour di quest'anno. Raramente ero arrivato ad agosto ma secco di concerti per cui, piuttosto che aspettare qualche giorno le tre date siciliane, cosa fin troppo banale, faccio il mio esordio alla transenna in continente, al termine di un viaggio dantesco, con temperatura media di gradi 35, superanti circa 60 tunnel, con es ustioni termiche di almeno 10-15 gradi tra interno ed esterno per 658 km in totale, quasi tutti affrontati in sella alla mia cavalcatura d'acciaio e (2) ruote. Devo subito dirvi che lo rifarei, a costo di camminare sulle mani attesta in giù, trasportando la mia non trascurabile mole. Perché la grandezza, la pacatezza e l'umanità del nostro ti entusiasmano a tal punto da anestetizzare ogni fatica. E ve lo dico ora che ho ripreso a stare seduto senza quella sensazione di aver ridotto le terga come tavole da surf per il lungo andare.

Non conoscevo bene la scaletta, che avevo volutamente evitato di leggere per assaporare le sorprese. Che comunque, anche avendola eventualmente conosciuto in anticipo, non avrebbe descritto compiutamente la freschezza e novità dei brani, degli arrangiamenti e della rinnovata grinta di leader ad annessa band. Aggiungo  che anche palco e strumenti tecnici regalano quest'anno una qualità degna dei testi, degli arrangiamenti e ella voce del nostro. Potremmo dire che la scaletta si suddivide in due categorie: brani più o meno aderenti alla versione originale o comunque alle precedenti edizioni da concerto ed altri invece, profondamente rivisitati, negli arrangiamenti, nella melodia ed anche nel taglio.

Del primo gruppo fanno parte Cercami Cercami, La notte delle fate, Il portiere di notte, I dubbi dell'amore, Primavera a Sarajevo, Il mare d'inverno, Rock show, Ti avrò, Poco più di niente, Quello che le donne non dicono, Polvere e nei bis Contessa e Mistero.

Intensissimo il medley, con Rien ne va plus, Nessuno tocchi Caino, Si può dare di più e quante vite.  Profondamente rivista invece Senorita, proposta in una veste nuova e molto più cantautorale, quasi Degregoriana. E comunque piacevolissima. Così pure Peter pan, meno "anni 90" con arrangiamenti che ne evidenziano l'importanza e la poesia del testo. Rivisitata anche Inevitabilmente con (forse) l'armonica un po' troppo presente. Eccezionale e bellissima a mio parere la "nuova" Punk (prima di te), rockettara, sincopata, addirittura hard. Quella che mi e' piaciuta di più in assoluto.

Profonde trasformazioni in Bianca balena, più "tranquilla" e cantata rispetto alle Versioni fin qui conosciute. Una curiosità: a S. Agata si e' riunita una pazza rappresentanza dello zoccolo duro, la quale appena finita l'esecuzione di Bianca balena, in maniera sincronizzata e spontanea ha intonato a gran voce "Tutti cerchiamo qualcosa che manca...".

Strepitosa e trascinante infine Tenax.

Più concerto da piazza di paese quello di San Calogero, folla sterminata e caldissima a S. Agata, documentata dalla foto retro palco, del buon Valerio. Annotazione non da poco, la simpatia di Enrico e di tutta la band. Tutti disponibili, sorridenti e rilassati. Artisti veri.

Salvo (nick forum Il Fantasista)



 

Il Nuovo Disco!

compra il disco su i-Tunes

compra il disco su Google Play

compra il disco su Amazon

compra il disco su TIMmusic

acolta su Spotify

scolta su Deezer

Twitter

Seguici su FB