Stampa
PDF

Vasto (CH) - Spiaggia 101- 20.7.12 by Debora

 

Ed eccoci ancora qua. A raccontare una nuova serata. Un nuovo concerto. Una nuova emozione.

Ogni tanto qualcuno mi chiede che senso ha andare a seguire due, tre, quattro concerti dello stesso tour.

La mia risposta è sempre la stessa: che non ci stufa mai, che non se ne ha mai abbastanza perché ogni sera è diversa dall'altra. Ma soprattutto perché non si può capire: bisogna esserci!

E allora anche questa sera decidiamo che non possiamo mancare. I soliti 100 e più kilometri ci separano da Vasto, ma questa sera ne varrà proprio la pena... Ma questo lo scopriremo dopo.

Arriviamo sotto il palco e lì “stasera non manca nessuno”... Transennisti numerosi e carichi.

Ecco, un altro dei motivi che ti spinge ad andare ogni volta: trovare qualcuno che non vedi spesso, ma che condivide la tua stessa passione e ogni volta sembra di ritrovarsi come in una grande famiglia.

Trovi anche chi ti fa passare avanti perché “altrimenti non vedi niente”.

Essendo quella di Vasto un evento di R101 ci si aspettava un concerto “a metà”, più corto ed in effetti è durato poco più di un'ora e mezza, ma il tempo leggermente ridotto è stato ampiamente compensato dallo spettacolo sensazionale.

 

Il pubblico era bello carico, ma loro sul palco lo erano molto di più! Spaccavano! Cattivi! Tosti! E' stato proprio un vero Rock Show!

Si stavano divertendo anche loro e si vedeva, si percepiva, si sentiva dentro ogni nota.

La scaletta è stata più o meno quella classica. Sono stati tagliati i pezzi inseriti quest'anno (Cercami cercami, Pernod, Senorita, Tenax) per rispettare i tempi, ma questo non ha tolto nulla alla serata.

Al momento dei bis Enrico ci fa un regalo grande: insieme alla classica “Mistero”, partono le note de 'La Donna Vera'!

E ormai non ci fermerebbe più nessuno, se non  il tempo a loro disposizione che è giunto al termine.

Noi avremmo continuato a oltranza. Anche loro, credo.

Come sempre proviamo a vedere se riusciamo a salutarli e a ringraziarli.

Enrico, sebbene sempre molto disponibile, è sommerso da fans e persone che chiedono autografi e foto.

Siamo sulla sua traiettoria per raggiungere la macchina e veniamo travolti da lui e da tutti coloro che lo seguono. Ma in fondo essere letteralmente travolti da Enrico non è poi mica male!

La chicca della serata ce l'ha regalata Francesco (Luppi), mostrandoci la versione di “Quello che le donne non dicono” cantata da Paolo (Zanetti). Non potrò mai più ascoltare quella canzone senza pensare a lui!

E adesso è davvero ora di tornare a casa.

E il saluto con gli amici ruggeriani è sempre lo stesso: “Alla prossima transenna!”

Debora (nick forum Deda)

 



 

Il Nuovo Disco!

compra il disco su i-Tunes

compra il disco su Google Play

compra il disco su Amazon

compra il disco su TIMmusic

acolta su Spotify

scolta su Deezer

Twitter

Seguici su FB