Enrico presenta ALL IN

Enrico presenta ALL IN
In esclusiva ENRICO ci presenta la sua ultima follia

 

COPERTINA

Perché questa copertina? Perché Alessandro Gerini, con cui collaboro per le copertine da almeno 4 dischi e che spaventa molto Silvio Crippa, è sempre attento alle nuove tendenze…..in realtà già con ‘Rock show' l'idea era di rappresentare la mia vita con una foto. In questo caso è apparentemente più macchinoso collegare l'immagine al significato, ma in realtà è molto semplice: la mia vita immaginata come uno che corre in macchina al massimo della velocità ma sempre con qualcuno che gli punta la pistola alla tempia, che è un po' il destino di chi fa il mio mestiere, di chi ha sempre fatto scelte coraggiose, di quelli che hanno un rapporto così stretto con i fan che ti danno un sacco di affetto ma inevitabilmente anche critiche…la mia vita è stata sinteticamente rappresentata con questa copertina ed abbiamo usato anche questo tipo di rappresentazione, in questo momento attualissima, alla Tarantino, io con il maglioncino a dolce vita, i film polizieschi anni 70 . L'interno ha una serie di foto che in un certo senso rappresentano una storia, con foto prese tutte qua intorno al mio studio, in un contesto particolarmente metropolitano, periferico, molto evocativo.

IL PROGETTO

È un lavoro che si basa sull'assommarsi di idee. In un periodo diverso della discografia la mia scelta sarebbe stata di fare 3 cd a quattro mesi di distanza, oggi queste cose non sono consigliabili, ho pensato di accorparli.

CD1 – WORLD SHOW

Era nato dalla voglia di ribadire l'importanza dell'album ‘Rock show', un album per me fondamentale, molto a fuoco per quel che riguarda il racconto della mia vita, delle storie, e particolarmente rappresentativo, in cui ho fatto centro se non altro nel raccontarmi. Volevo così ribadire l'importanza di questo disco e progressivamente è nata questa idea: prima si pensava di rimixarlo…poi di fare solo qualche intervento, poi all'Alcatraz è nata l'idea di fare un pezzo con Davide (Van dee Sfroos) e si è così acceso un campanello: perché non fare una versione spagnola, o una francese? Schiavone ci suggerisce l'idea Myspace e così piano piano nasce quest'idea. Mi incontro con Gennaro Cosmo Parlato per altre cose e nasce la collaborazione, Dario Gay sta lavorando al suo nuovo disco e quindi torniamo a vederci spesso…piano piano nasce questo mosaico che si chiude con una sfida abbastanza coraggiosa per tutti: fare debuttare Pico (mio figlio) in un pezzo così particolare. La canzone, mio malgrado, è diventato un pezzo molto discusso, il Corriere della sera gli ha dedicato una pagina intera, è nato un dibattito, sono stato criticato dal mondo di internet; in realtà la canzone raccontava semplicemente una storia surreale di un mondo nel quale a un certo punto internet scompare; l'unico messaggio è quello di fare attenzione perché rischiamo di conoscere benissimo un amico di Melbourne e poi di non sapere chi abita di fronte a noi. Da tutto questo era nata una grande polemica e ho così pensato di far rileggere questa canzone ad un rapper di 18 anni, ed il rapper più bravo che conoscevo era Pico.

Lui all'inizio non voleva perché diceva che non voleva fare l'ennesimo figlio che canta con il padre, però l'ho coinvolto sul progetto. Mi piaceva che lui desse la sua visione sul mondo virtuale, su internet, lui usa molto internet ma cerca di privilegiare molto l'elemento umano, se conosce uno lo invita a casa sua e non si mette a parlare su messenger.

Gli abbiamo preparato così una base; lui è stato molto critico e ce l'ha fatta rifare, perché anche la base lo doveva rappresentare. Alla fine il risultato è stato eccellente al tal punto che l'unico testo che è pubblicato nel libretto del cd è questo. Sono molto orgoglioso come padre ma anche molto contento per come si è integrato in questo progetto.

Il cd 1 si apre con ‘Ripartire da zero', ed è il segnale che ascolto i consigli. Nel forum molti di voi avevano manifestato il dispiacere perché una canzone come ‘Ripartire da zero' non fosse stata inclusa in ‘Rock show'…e ovviamente l'ho messa stavolta come apertura cantata solo da me.

CD 2 - INCONTRI

Nell'ultimo anno sono stato ospite in varie situazioni ed ho avuto la lungimiranza di registrare queste partecipazioni: concerto omaggio ai Beatles con le Custodie Cautelari, il concerto dell'Alcatraz con i QueenMania e un concerto molto bello con un orchestra classica veneta diretta da Diego Basso, in cui suonano Nano e Lorenzo Poli. Trovandomi tutte queste canzoni registrate ho pensato di pubblicarle, integrate con una serie di canzoni che in qualche modo capita di suonare in tour quando si cambia la scaletta, per modificare la routine: canzoni che io amavo da Bowie a Iggy Pop….con l'aggiunta di ‘Storia d'amore' di Cementano che io facevo parecchi anni fa e che abbiamo riproposto.

E' un disco con canzoni che mi sono molto care, fra cui ‘L'istrione' di Aznavour, che dovevo fare il giorno che avessi avuto a disposizione una grande orchestra perché non è un pezzo che si può fare solo con la band. Un lavoro complesso, divertente, che si chiude con una versione di ‘Popoff' fatta con la Klez Gang, che avevo conosciuto allo Zecchino d'oro. In pratica è un live vero, composto da interpretazioni di brani che mi piacevano.

In coda si è aggiunta la canzone dello spot dell'amaro Averna, “Incontri- Dimmi quand'è” . Stava nascendo questo brano che è stato scelta per lo spot dell'amaro, poi nel frattempo la canzone l'abbiamo finita, io ho dato un piccolo contributo perchè è composta da Francesco Vitaloni, a cui ho dato una mano sul testo che comunque nasce da lui.

CD 3 – VOLATA FINALE

Mentre si lavorava al progetto sono stato contattato dal registra albanese Gjergj Xhuvani, che mi voleva come autore per la colonna sonora del suo film “East, West, East”(Volata finale). Il primo pensiero mio è stato: essendo loro balcanici avranno sentito ‘Primavera a Sarajevo', invece ho visto che lui mi conosceva molto di più e cercava un qualcosa che non fosse strettamente balcanico . Questo ovviamente mi ha fatto molto piacere ed è stato bellissimo lavorare a musica strumentale. Era la prima volta, per me: il mio pensiero da sempre, quando compongo una musica, è pensare al testo, alle parole…qui invece scegliere se far fare qualcosa alla fisarmonica, al violoncello o al sax è stato molto stimolante, molto bello lavorare con le immagini davanti perché cerchi di accentuare quello che è il pensiero del regista. Il film è molto variegato e quindi molto adatto a me. Inizialmente io avevo un po' paura, poi qualche mio amico mi ha detto che c'è in giro musica strumentale che piace e che ed è fatta in maniera molto minimale, quindi non è che dovessi essere Prokof'ev per fare musica strumentale e così è nato un disco molto meglio dei dischi strumentali che funzionano oggi, grazie anche al fondamentale apporto di Roberta e Luigi.

All'interno di questo lavoro c'e' una canzone molto divertente che è lo specchio di ciò che secondo me è il film .

Le idee come sempre poi si evolvono ed in seconda battuta la produzione e il regista mi hanno chiesto se mi andava di fare una versione albanese purché per la distribuzione del film nell'Est Europa volevano che la canzone fosse anche cantata in albanese. Conoscendo io Elsa Lila, cantante albanese molto brava ed ho scoperto che in Albania è una superstar, ci sentiamo e quindi, anche per la gioia del Sior Silvio, lei scrive un testo in albanese e sotto la sua guida mi avventuro anche a cantare in albanese.

Sono curioso di vedere cosa penserà chi ascolta questo disco fatto principalmente di pezzi strumentali, spesso lo stesso tema è suonato e arrangiato in diversi modi.

Il disco ALL IN diventa così veramente composito: canto in 5 lingue, italiano, inglese, spagnolo, francese ed albanese, e c'e' veramente di tutto. In un periodo in cui i dischi agonizzano, vado orgoglioso del fatto di aver fatto un disco triplo senza mettere dentro “Il portiere di notte”, ‘Peter pan” ecc…è il mio modo di reagire alla crisi.

Enrico Ruggeri (in esclusiva per la webzine)



Il Nuovo Disco!

compra il disco su i-Tunes

compra il disco su Google Play

compra il disco su Amazon

compra il disco su TIMmusic

acolta su Spotify

scolta su Deezer

Twitter

Seguici su FB